Bonus fiscale edilizia applicabile anche a impianti elettrici e fotovoltaici

La Legge di Stabilità 2014 proroga al 31 dicembre 2015 il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie.

Protezione, sicurezza, antintrusione, videocitofonia, risparmio energetico ma non solo: per chi ristruttura il proprio immobile, i costi di riparazione, integrazione, messa a norma dell’impianto elettrico (DM 37/2008 – ex legge 46/90) sono detraibili del 50% fino al 31 dicembre 2015.

Gli installatori certificati Ceccati Impianti sono a disposizione per informazioni, preventivi gratuiti e proposte di interventi.

Come funziona il bonus fiscale edilizia
Fino al 31 dicembre 2015, il bonus permette di detrarre dall’Irpef le spese sostenute per interventi in singole unità abitative e parti comuni di edifici residenziali, nella misura del 50%. La detrazione – con un tetto massimo di spesa di 96.000 euro – viene ripartita in dieci quote annuali costanti.

Interventi agevolabili e offerta Ceccati Impianti
Le opere coperte dal bonus sulle singole unità abitative possono riguardare il rifacimento, la riparazione o il miglioramento (compresa la messa a norma) degli impianti elettrici, contemplando le seguenti installazioni e interventi:

  • antifurto e centraline
  • allarmi/sistemi antifurto
  • cablatura degli edifici
  • citofoni, videocitofoni e telecamere
  • risparmio energetico (anche in assenza di opere edilizie purché sia certificato il raggiungimento degli standard di legge)
  • protezione differenziale
  • apparecchi di rilevazione gas
  • sistemi di comunicazione, robotica e tecnologici più avanzati, per favorire la mobilità dei disabili.

Contattaci per offerte personalizzate


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *